Chun Chi Fa

Chun Chi Fa

08
Jun 2011

Sample image

"Sotto questo pseudonimo cinese si cela un grande artista ed un grande personaggio: il professore Alberto Sitta, l'uomo cui spetta indiscutibilmente il merito di aver risollevato le sorti della prestigiazione in Italia. Per ben trentacinque anni infatti egli è stato l'instancabile animatore della più importante e, per un lungo periodo, unica, associazione italiana di prestigiatori: il Club Magico Italiano.

Alberto Sitta nacque a Ferrara il 4 dicembre 1919. Dotato di spirito artistico, si dedicò fin da bambino al teatro di marionette, alla musica, alla pittura, ai giochi di prestigio... Negli anni Cinquanta perfeziona il suo numero in stile cinese, abbracciando definitivamente la professione a tempo pieno. Alterna scritture in locali importani come l'Olympia di Parigi, l'Hansa Theater di Amburgo... Il suo numero cinese era arricchito dallo splendido effetto coreografico dei magnifici Kimono originali che via via apparivano uno sotto l'altro in una sorta di spogliarello magico che faceva da legamento ai vari giochi. Originale era anche la serie di attrezzi, curata nei minimi dettagli e realizzata da lui stesso.

Sitta viveva costantemente immerso nella magia, sia che studiasse o perfezionasse giochi, sia che scrivesse o che partecipasse in qualità di giurato alle commissioni giudicatrici dei concorsi internazionali... Ma soprattutto era costantemente dedito all'organizzazione delle varie attività del Club. Egli realizzò per primo le iniziative culturali ed i contatti internazionali che fecero uscire la magia italiana dal suo isolamento, proiettandola con piena dignità nel panorama magico europeo.

Ma l'iniziativa più importante fu il Congresso Nazionale, con partecipazione internazionale, di Bologna del 1960. Questa manifestazione, rimasta memorabile, consacrò definitivamente il C.M.I. quale associazione di rilievo mondiale. La risonanza del Congresso fu enorme. A livello nazionale essa è documentata da oltre cento articoli di quotidiani e settimanali (Corriere della Sera, Resto del Carlino, Tempo, Messaggero, Domenica del Corriere...) ed a livello internazionale dalle decine di resoconti più che lusinghieri delle maggiori riviste magiche europee".

La storia del magico CHUN-CHI-FU è tratta dal testo SPETTACOLO MAGICO di VINICIO RAIMONDI, edizioni La Porta Magica, Roma, 2000.

You are here: